Blue Flower

 

Nella campagna di Pontenure, nella frazione Muradello, immersa nella quiete di campagna, si trova l’Azienda Agricola “La Morona”. La sua origine è remota, tanto che può farsi risalire ad almeno 300 anni fa. Nell’antichità la zona era popolata dai romani, infatti nelle immediate vicinanze ci sono gli scavi di una villa imperiale. 
Durante i lavori d'istallazioni dell’impianto irriguo del parco si è ritrovata una fornace per la cottura dei latterizzi (mattoni, coppi e tavelle) di origine medievale; con le lavorazioni del terreno ogni tanto affiorano reperti di modesta importanza ( pezzi di anfore romane, monete ‘700, fusioni di bronzo da lavorazione, selci e conchiglie).
In questo luogo molto suggestivo, anticamente esistevano vigneti e gelsi, e il nome dell’azienda deriva proprio dall’espressione dialettale “morona” che significa gelso.  L’attività è stata avviata dalla famiglia Pagani, più precisamente da Ettore, che qui allevava vacche da latte e coltivava i cereali. Successivamente è il figlio Luigi ad occuparsi dell’azienda. Oggi “La Morona” è costituita da un allevamento di bovini da carne di razza Romagnola ,animali da cortile (oche e capponi) e maiali, nel rispetto delle regole dettate dall’agricoltura biologica. Le carni vengono lavorate in azienda, vendute o trasformate nella cucina del ristorante dell’agriturismo. Nell’azienda un bosco di essenze miste (gelsi, ciliegi selvatici, carpini, noccioli, farnie), percorsi alberati e uno stagno rendono gradevoli anche i soggiorni estivi più assolati. Sono a disposizione degli ospiti biciclette per percorsi naturalistici di breve percorrenza.